Prestiti per cattivi pagatori Credit Agricole: esistono? Quali offerte?

La Credit Agricole è una delle banche più grandi e importanti al mondo e presenta un’ampia gamma di prodotti creditizi molto interessanti. In questo breve articolo ci occuperemo di rispondere ad una domanda: il Gruppo Credit Agricole ha un prestito pensato per i cattivi pagatori? La risposta è no, nel senso che non ha un prodotto appositamente rivolto a cattivi pagatori nella propria offerta.

Tuttavia la Banca Credit Agricole, in alcune realtà territoriali conosciuta anche come CariParma e CariSpazia, ha nel proprio catalogo un prestito che potrebbe interessare anche i cattivi pagatori. Ovviamente con questa dicitura ci rivolgiamo a persone che in passato hanno avuto problemi nella restituzione di un prestito.

Il prodotto di cui stiamo parlando è il prestito personale flessibile. Questo finanziamento, come rivelato dal nome stesso, può essere adattato a diverse tipologie di clienti e tra questi potrebbero rientrare anche i cattivi pagatori. Il condizionale è comunque d’obbligo, visto che la banca deciderà in modo autonomo, valutando le condizioni del richiedente.

L’erogazione di un prestito non può infatti mai prescindere dalla valutazione dell’affidabilità del richiedente. Sicuramente nel caso di un cattivo pagatore, le garanzie che quest’ultimo potrà offrire sono inferiori ma dovranno comunque esserci.

Le caratteristiche di questo prestito

Il prestito flessibile ideato da Credit Agricole è pensato per offrire un sostegno tangibile al richiedente. Il capitale ottenibile con questo prestito va da un minimo di 2 mila euro ad un massimo di 75 mila euro, rimborsabili in un massimo di 120 rate e quindi in dieci anni. Si tratta di un prodotto creditizio realmente flessibile, nel senso che permette di:

  • aumentare o diminuire l’importo della rata;
  • saltare il pagamento di una rata o posticiparlo;
  • anticipare la restituzione del prestito.

Queste opzioni di flessibilità non presentano commissioni e questo rappresenta sicuramente un aspetto molto interessante. Ogni cliente può decidere di esercitarle una volta l’anno, per un massimo di tre volte durante la durata del prestito. Si tratta anche di un finanziamento molto facile da richiedere, presentando soltanto un documento d’identità, il codice fiscale e la documentazione reddituale. Il bonifico contente l’importo stabilito dal prestito verrà poi emesso nel giro di 48 ore.

In conclusione come possiamo però stabilire se questo prestito fa al caso di un cliente iscritto nelle liste dei cattivi pagatori? E’ necessario chiedere un appuntamento in filiale, o usare l’apposito modulo di contatto sulla pagina web del gruppo, per ottenere una risposta e un preventivo personalizzato. Non esiste infatti una risposta univoca, in quanto in base alle condizioni lavorative e alla garanzie offerte, questo prestito potrebbe essere concesso a un cattivo pagatore ma negato ad un altro.

Ti è piaciuto il post?