Prestiti per cattivi pagatori BPER: esistono? Quali offerte?

In questo articolo ci occuperemo di capire se la Banca BPER ha previsto delle soluzioni per i cattivi pagatori. Con questa dicitura facciamo riferimento a tutte quelle persone che hanno avuto dei problemi nella restituzione di un prestito e che per questo sono stati iscritti in questa banca. Per un cosiddetto “cattivo pagatore” trovare un creditore non è sempre molto facile e non tutte le banche e gli istituti di credito prevedono prodotti creditizi appositi per questa categoria.

In breve segnaliamo che BPER presenta due prestiti molto interessanti nel proprio pacchetto commerciale:

  • il prestito Mini per importi fino a 3 mila euro;
  • un prestito a tasso fisso per importi fino a 50 mila euro.

Adesso una domanda sorge quindi spontanea. Questi prestiti sono rivolti anche a cattivi pagatori? La riposta è no, nel senso che questa possibilità non è apertamente contemplata nel prospetto normativo che regola questi finanziamenti. Cosa significa questo? Che questi prestiti, secondo il regolamento di BPER non sono concessi “di diritto” ai cattivi pagatori ma non saranno neanche negati “a prescindere”.

Vediamo allora in quali casi questi prestiti possono essere richiesti da un cattivo pagatore e quali possono essere le garanzie richieste.

Prestito BPER per cattivi pagatori?

Come abbiamo appena considerato, quindi i prestiti BPER non saranno né concessi, né negati in modo tassativo ai cattivi pagatori. Come prendono allora questa decisione? Presentandosi presso uno sportello BPER, un incaricato analizzerà la situazione creditizia del cattivo pagatore che richiede il prestito. Dopo questo passaggio, solitamente vi è una commissione che decide se approvare o meno la richiesta.

I canoni valutati per la concessione del prestito sono:

  • durata di tempo da cui il richiedente è iscritto nella lista dei cattivi pagatori;
  • viene valutato se è possibile in tal caso avviare una cessione del quinto;
  • eventuale contratto di lavoro a tempo determinato o indeterminato;
  • presenza o meno di un garante che si faccia carico del prestito in caso di mancato pagamento delle rate.

Tra tutte queste possibilità quelle offerte dalla cessione del quinto o da un garante sono quelle che portano condizioni di finanziamento migliori.

La cessione del quinto può essere concessa anche ai cattivi pagatori, in quanto questo prestito è considerato altamente sicuro in termini di riscossione. In questo caso le rate vanno infatti in pagamento al momento dell’elargizione della busta paga e sono così restituite automaticamente. Ovvero senza passare dal conto corrente del debitore. Affinché questo prestito venga concesso devono sussistere le adeguate condizioni, ovvero un contratto di lavoro stabile e uno stipendio che non sia già sottoposto a cessione del quinto (anche se in alcuni rari casi è possibile operare una doppia cessione).

Prestiti per cattivi pagatori BPER: esistono? Quali offerte?
5 (100%) 1 vote