Prestiti rapidi, veloci e immediati a cattivi pagatori

L’espressione “cattivi pagatori” si riferisce a coloro che non riescono ad onorare i propri impegni finanziari.

La crisi economica attuale, purtroppo, non fa altro che aumentare il loro numero.

Il mancato adempimento delle obbligazioni comporta l’iscrizione nei  sistemi di informazione creditizia (meglio noti con l’acronimo SIC).

Le banche o alle società di intermediazione finanziaria attingono a tali informazioni con conseguente valutazione negativa circa l’affidabilità e la solvibilità del cliente.

Il credito, in tal modo, viene negato.

Si pongono, pertanto, gravi problemi di liquidità soprattutto per lavoratori autonomi e liberi professionisti.

Ma i cattivi pagatori possono ottenere prestiti veloci?

Vediamo insieme.

Cosa sono i prestiti rapidi? 

I prestiti rapidi sono quelli erogati entro uno o due giorni dalla richiesta.
I tempi di attesa sono quasi nulli.

Può il cattivo pagatore ottenere i prestiti rapidi, veloci o immediati?

Si, è possibile.

Non è, però, sufficiente la semplice richiesta.

Il cattivo pagatore per ottenere il prestito deve affiancare una garanzia oppure adottare il sistema delle cambiali. 

Quali sono le garanzie?

Le garanzie possono essere personali o reali.

Con le prime si affianca al patrimonio del debitore quello di un altro soggetto.

Con le seconde è un bene a fungere da garanzia per l’adempimento.

Quali sono le garanzie personali?

La figura più nota è la fideiussione.

Viene a crearsi un’obbligazione solidale tra garante- garantito, pertanto, il creditore può agire nei confronti dell’uno o dell’altro.

Il fideiussore accosta il suo intero patrimonio a quello del debitore principale.

La  possibilità di ottenere il dovuto è maggiore data la duplicazione patrimoniale.

La stipulazione della fideiussione non deve essere conosciuta dal debitore per la produzione degli effetti.

Si tratta di obbligazione accessoria a quella principale che non può concedere condizioni più onerose né andare oltre il credito dovuto.

Oltre alla fideiussione molto utilizzate sono le lettere di patronage e la polizza fideiussoria.

Cosa sono le lettere di patronage?

Le lettere di patronage o di conforto sono garanzie personali atipiche.

Un soggetto legato da particolari rapporti con il debitore rende dichiarazioni circa la sua condizione economica.

Le lettere deboli hanno solo contenuto informativo.

Con quelle forti il patrocinante assume specifici obblighi.

Cosa è la polizza fideiussoria?

Essa è utilizzata dalla banca o dall’impresa di assicurazione come impegno a corrispondere l’importo al beneficiario per la somma dovuta dal sottoscrittore della polizza.

Il debitore stipula la polizza e, in caso di inadempimento, la banca o l’assicurazione eroga la somma indennitaria.

La struttura è analoga al contratto a favore del terzo.

Quali sono le garanzie reali?

Pegno, ipoteca e privilegio.

Tutte hanno ad oggetto un bene e, in caso di inadempimento, attribuiscono il diritto di espropriazione.

Cosa è il pegno?

Attraverso il pegno il bene il creditore acquista l’esclusiva disponibilità del bene con la consegna dello stesso.

Il proprietario originario viene spossessato e non può più utilizzare la cosa oggetto del pegno.

Il rischio deriva dal mancato utilizzo soprattutto per le attività professionali.

Si ovvia a tale inconveniente con il pegno mobiliare non possessorio.

L’oggetto continua a rimanere nella disponibilità del pignorato mancando lo spossessamento.

Cosa è l’ipoteca?

L’ipoteca attribuisce al creditore il diritto di espropriare i beni vincolati per garantire il credito e di soddisfarsi sul ricavato.

Rappresenta la base della procedura espropriativa anche nei confronti del terzo acquirente.

Cosa è il privilegio?

Il privilegio attiene alla particolare causa del credito.

Esso può essere speciale, su determinati beni o generale gravante su tutti i beni mobili.

E la cambiale?

La cambiale è un titolo di credito.

Contiene l’ordine di pagare una determinata somma e il nome di chi deve effettuare l’esborso (trattario) e del beneficiario del pagamento.

In tal modo il pagamento è posticipato in caso di mancanza immediata di liquidità.

Essenziali sono: la denominazione, l’indicazione del pagatore, la data, la sottoscrizione, il pagamento delle imposte fiscali e l’ordine di pagamento.

Si compila su moduli prestampati per tale utilizzo.

Posso aggiungere anche  la firma di un terzo soggetto che si obbliga a onorare il debito nell’ipotesi di insolvenza del primo debitore.

Quali sono gli svantaggi?

La cambiale ha molti svantaggi.

Essa è  rischiosa proprio in quanto titolo esecutivo.

Con la cambiale il procedimento espropriativo è più veloce. 

Il creditore non ha la necessità di chiedere la costituzione del titolo esecutivo.

Il debitore, pertanto, dispone di meno tempo per adempiere ai suoi obblighi. 

Si consiglia di valutare le proprie capacità finanziarie e patrimoniali.

Quali sono i vantaggi?

Essa è concessa a prescindere dal profilo finanziario e economico del richiedente non comportando grossi rischi.

E la cessione del quinto?

Il prestito rapido è possibile ottenerlo anche con la cessione del quinto.

Ammessi solo i lavoratori dipendenti e pensionati.

No per gli autonomi e i liberi professionisti.

Cosa è la cessione del quinto?

Si tratta di una trattenuta sullo stipendio o sulla pensione non superiore al 20% della somma totale.

L’obbligo, pertanto, ricade sullo stesso datore o sull’ente previdenziale.

Non sono ammessi gli autonomi e i liberi professionisti.

Come altro il cattivo pagatore può ottenere un prestito rapido?

Il cattivo pagatore può ottenere un prestito rapido anche attraverso le offerte on- line del mercato del credito.

Attenzione ai tassi di interessi che vista la rischiosità potrebbero essere molto alti.

Ci sono altri modi?

Il cattivo pagatore potrebbe provare a chiedere un cosiddetto “mini- prestito” ovvero un prestito di piccolo importo.

L’esiguità della somma induce a una rapida erogazione.

Ci sono dei pericoli?

Attenzione agli usurari.

Spesso la necessità di ottenere liquidità immediata porta il pericolo di rivolgersi alle persone sbagliate.

I tassi di interesse, in questi casi, sono altissimi.

Si ricade nell’area penale.

Denunciare sempre questi comportamenti violativi della legge.

 

 

Ti è piaciuto il post?