Prestiti per cattivi pagatori Bancoposta: esistono? Quali offerte?

Quali prodotti offre BancoPosta ai cattivi pagatori? 

Il Quinto BancoPosta

Come spesso si evidenzia in articoli simili, la tipologia di prestito più adatta per i cattivi pagatori è quella con cessione del quinto. La maggior parte delle banche mette a disposizione dei suoi clienti la possibilità di accedere al prestito con cessione del quinto. BancoPosta non fa eccezione, proponendo un prodotto chiamato il Quinto BancoPosta. Ricordiamo che, al fine di ottenere questo prestito, bisogna presentare come garanzia un documento di reddito, come la busta paga o il cedolino della pensione. Da ciò si deduce che il prestito con cessione del quinto è particolarmente indicato per i lavoratori e per i pensionati. Per scendere nello specifico, le offerte che BancoPosta propone risultano davvero vantaggiose.

Infatti, questa banca offre spesso prodotti scontati o in promozione, rendendoli ancora più allettanti per i suoi clienti.

Il prestito con garante

Che dire di coloro che non sono in grado di offrire un documento di reddito come garanzia? Per chi non può presentare né busta paga né cedolino della pensione, BancoPosta mette a disposizione almeno due opzioni alternative: i prestiti personali e i mini prestiti

Per quanto riguarda i prestiti personali, i prodotti offerti sono il Prestito BancoPosta e il Prestito BancoPosta Flessibile. Il primo è accessibile a tutti, mentre il secondo è pensato esclusivamente per coloro che hanno un conto corrente BancoPosta.

Inoltre, si può richiedere un Mini Prestito BancoPosta. L’importo di questo prestito non può superare i 3.000 euro. Trattandosi di un capitale ridotto, è più facile che venga erogato anche ad un cliente segnalato.

Sebbene le banche non accettino facilmente la richiesta dei cattivi pagatori di ottenere una delle offerte che abbiamo appena elencato, presentando un terzo soggetto come garante le probabilità aumenteranno.

Il Prestito BancoPosta Consolidamento 

Hai più di un debito da saldare? In questo caso, l’offerta più adatta a te potrebbe essere il consolidamento debiti.

Questa opzione permette di unificare diversi debiti in uno solo, così da poter rimborsarlo in una rata più comoda. Il capitale il questione può partire da 3.000 euro e arrivare addirittura a 50.000 euro.

Ancora una volta, il rimborso verrà effettuato attraverso la cessione del quinto, a cui abbiamo accennato in precedenza. In termini pratici, il corrispettivo della rata viene trattenuto regolarmente dallo stipendio o dalla pensione, per poi essere indirizzato direttamente all’istituto di credito. Il piano di rimborso può essere organizzato in rate fisse con frequenza mensile e avere un durata che può variare da 2 a 8 anni.

Ti è piaciuto il post?